venerdì 3 aprile 2009

Seta

1a parte


Lei. Alta, ma non troppo, nè bionda nè mora, capelli lunghi, lunghissimi, da fata.. onde ribelli le incorniciano il viso, nascondendo un pò quegli occhi scuri, grandi e profondi.
Sguardo basso, spalle curve ed abiti ampi a seguire i suoi passi rapidi e felini. Labbra carnose disegnate su una pelle candida, ora imbronciate.
Vien voglia di morderla, tanta tenerezza -pensa Lui-, seguendo con gli occhi i suoi movimenti.
Lei è lì, a pochi passi, avvolta nella sua mantella nera che segue le sue forme, nascondendole un pò.
Lui è lì, a pochi passi, con la sua felpa comoda ed i suoi jeans strappati, a fissarla.
Lei se ne accorge, annusa gli sguardi che la trafiggono come lame, ma lui, lui non lo sa. Inizia a muoversi con movimenti meccanici ora e quel broncio dipinto sul viso ora si è fatto buio.
Lui ha riempito i suoi occhi di Lei. Lei, si guarda intorno infastidita da tutto, anche da sè stessa, pare. Si mette fretta. Una fretta strana. Le cade qualcosa che stringeva sul grembo come a tenere un bambino, non importa cosa sia, so che ora vorrei andare da lei e raccoglierlo. No, meglio. Vorrei essere quella stessa cosa per stare fra le sue mani, al caldo del suo grembo, pensa Lui.
Si è chinata biascicando qualcosa. La sua voce mi è arrivata calda, come una carezza.
Lei è seta...

2 commenti:

  1. Es una pena no entender todo... Peo tengo ganas de seguir leyendo tu historia...

    besos!

    RispondiElimina